Andrea Pinamonti a TMW: "La salute delle persone prima di tutto"

31.03.2020 11:11 di Franco Avanzini   Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com

L'attaccante del Genoa Andrea Pinamonti ha parlato in esclusiva ai colleghi di Tuttomercatoweb.com toccando chiaramente i problemi attuali che riguardano il mantenimento della forma in un periodo di inattività totale dovuta alla pandemia di Coronavirus Covid-19 e su quanto il tecnico Davide Nicola stia comunque vicino ai giocatori seppure operando tramite la tecnologia che mai come in questi momenti si sta rendendo più che utile. 

Intanto le sue condizioni: "Sto bene - spiega l'attaccante rossoblu - Sono a casa e mi tengo informato su quanto sta accadendo. Soffro nel vedere quanta sofferenza questa pandemia abbia portato nel mondo". Le sue giornate le trascorre: "Sono molto lunghe e talvolta pure noiose. Al mattino mi piace riposare più del solito. Faccio tutto con ritmi più lenti rispetto a quanto facevo prima della sospensione dei campionati. Quindi si prepara il pranzo seguendo le indicazioni del nostro biologo nutrizionista. Sto cimentandomi in cucina imparando numerose ricette assieme alla mia fidanzata. Nel pomeriggio mi alleno seguendo le indicazioni dello staff. Poi sento sempre famigliari e amici per sincerarmi delle loro condizioni".

Con i compagni di squadra: "Mi sento praticamente tutti i giorni. Cerchiamo di coltivare maggiormente lo spirito di squadra seppur stando a distanza e cerchiamo di esser ottimisti per il futuro". Sul tecnico Davide Nicola dice: "Il nostro allenatore è molto presente anche in questo periodo. Ci chiama spesso per sapere come vanno gli allenamenti e come stiamo. Tramite i collaboratori ci hanno fatto avere diverse tipologie di lavoro da svolgere quotidianamente". 

Si parla anche un po' di calcio giocato con Pinamonti e in principale modo sull'arrivo del mister: "Molto è cambiato con l'arrivo di mister Nicola, partendo ovviamente dai risultati. Muovere la classifica praticamente ad ogni gara si crea entusiasmo. In settimana si lavora più sereni. Quello che mi ha colpito soprattutto è la sua determinazione e la voglia di non mollare mai".  Infine una sua previsione sul ritorno, se ci sarà, in campo: "Non lo so - conclude Pinamonti - Prima di tutto occorrerà pensare alla salute delle persone senza sottovalutare nulla e aiutando chi in questo momento ci sta aiutando. L'esempio di medici, infermieri e degli addetti nei vari ospedali sta dando forza a tutti"