The Day After: ecco arrivato il successo contro una big del campionato

07.02.2021 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Al Genoa mancava un successo contro una delle formazioni big del nostro campionato.Ecco che puntualmente, con mister Ballardini, anche questo tabù è stato sfatato. Contro il Napoli la compagine rossoblu ha disputato una gara molto intensa, chiudendo tutti gli spazi e laddove non ci fossero arrivati i difensori ci ha pensato Perin a togliere le castagne dal fuoco. Peccato solamente per quella rete subita da Politano che ha fermato il record di imbattibilità del numero uno di Latina a quasi 500 minuti.

Mister Ballardini sta facendo un lavoro eccezionale, quasi impensabile quando arrivò col Grifone ultimo con soli 7 punti; una squadra, quella, che pareva destinata all'inevitabile retrocessione. La marcia iniziata con il successo nel derby regionale di Spezia è poi proseguita con una sinfonia sempre più crescente con quattro vittorie nelle ultime cinque partite che vedrebbe la squadra ligure, in una ipotetica classifica dall'arrivo del mister, in piena lotta Scudetto. Da stropicciarsi gli occhi, insomma!

Merito di una squadra che adesso è davvero un gruppo affiatato e non più dei singoli giocatori capitati su un prato verde quasi per caso. L'aiuto al compagno in difficoltà viene da chiunque; il raddoppio sull'avversario in possesso palla è quasi sistematico; il pressing asfissiante portato da parte di tutti, attaccanti in primis ma anche una grande voglia di stupire che fa di questa squadra una compagine quasi perfetta.

Ora l'importante sarà non montarsi la testa anche se siamo certo che con mister Balardini questo non capiterà mai. Piedi per terra e continuare a pedalare in vista della prossima tappa che si chiamerà Torino. I granata hanno recuperato tre reti all'Atalanta a Bergamo, hanno un buon stato di forma e sono guidati da un Nicola che a Genova tutti conoscono alla perfezione. Il mercato di gennaio ha rinforzato la rosa piemontese con gli innesti di Mandragora e Sanabria, altro ex rossoblu. Ma il Genoa di adesso non può temere nessuno, avere rispetto sì, come è giusto che sia ma assolutamente non deve avere paura di alcuna avversaria. 

In campo andrà ancora una volta una formazione quadrata che sa come far giocare male l'avversaria e sa come colpirla a momento giusto. E siamo certi che anche in Piemonte il Grifone saprà farsi rispettare per inserire un altro mattoncino per avvicinare ancora di più l'obiettivo stagionale, la salvezza, magari questa volta rispetto agli ultimi due anni, conquistata con una maggiore tranquillità.