Genoa, si avvicina il saluto a Neustift ed intanto la squadra migliora

Ultimi giorni in Val Stubai per il Genoa che si appresta a volare a Orleans dove affronterà i campioni del Paris Saint Germain
22.07.2021 10:30 di Franco Avanzini   vedi letture

Seconda amichevole andata per il Genoa. Indicazioni positive sia per la parte difensiva che per quella offensiva. La squadra si è mossa meglio e soprattutto, rispetto all'esordio, si è visto un Mattia Destro più in palla. Ha segnato una rete, colpito un incrocio dei pali e si è mosso con buona intensità. Lo stesso mister Davide Ballardini ha affermato, al termine del match contro gli austriaci del Wacker Innsbruck che "le due fasi sono migliorate".

Con un avversario di caratura superiore rispetto ai pur volenterosi dilettanti dell'F.C. Stubai, qualche indicazione maggiore può esser data. L'attaccante Favilli non è ancora arrivato ad una forma accettabile ma in questo caso la costituzione del ragazzo lo penalizza in questo periodo e certamente col tempo migliorerà. I ragazzini presenti in rosa stanno facendo di tutto per mettersi in mostra: dimostrano volontà, buoni mezzi tecnici e tanta abnegazione nel lavoro e, come dice lo stesso tecnico che li vede quotidianamente, serietà nell'applicazione e nel lavoro.

Il Genoa ha preso un gol sciocco: Andrenacci ha fatto una papera. Inutile negarlo: capita a tutti i numeri uno di farne e comunque meglio sia stata fatta in una gara amichevole che di fatto nulla conta ai fini del risultato piuttosto che in un incontro coi tre punti in palio.

La settimana che sta per concludersi vedrà la squadra salutare Neustift che, per il 15esimo anno non consecutivo, ha ospitato i rossoblu ed i suoi tifosi. Sono in previsioni due amichevoli di grandissimo spessore, soprattutto la prima, contro i francesi del Paris Saint Germain (si giocherà a Orleans) che ha fatto incetta di campioni in questa parte di campagna rafforzamento. Unica curiosità: entrambe le squadre non potranno contare sui portieri Campioni d'Europa in quanto in vacanza, Donnarumma per i transalpini e il neo genoano Sirigu. Quindi la squadra giocherà a Magonza contro il Mainz, formazione di caratura minore rispetto ai francesi ma comunque sempre una squadra di metà classifica in Bundesliga, non proprio l'ultimo dei campionati del Vecchio Continente. 

Alla fine si potranno tirare le somme ed avere un quadro più completo della squadra genoana in attesa che la dirigenza rossoblu, di concerno col tecnico Ballardini, prosegua nel trovare talenti da inserire in squadra per un campionato prossimo meno tribolato.